Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Chiude in bellezza la prima parte del Pescara Jazz, un festival che parla contemporaneo

| di Ufficio Stampa Pescara Jazz
| Categoria: Musica e Spettacolo | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Quella che doveva essere un'apertura di festival improvvisamente ridimensionata - venerdì 8 luglio - si è rivelata in realtà una serata musicale riuscitissima. Nonostante l'assenza di Mike Stern - causa incidente - Bill Evans ha tenuto egregiamente il palco, coinvolgendo il pubblico con un programma nuovo rispetto a quello inizialmente previsto. Gli ascoltatori presenti hanno dato prova di aver apprezzato la scaletta dei brani e soprattutto Dean Brown, il chitarrista sostituto, perfettamente a suo agio con il suo ruolo, delicato, e con il resto della band. Non sono mancati il bis e il momento degli autografi finali. Sorprendente anche il set di Arturo Sandoval, nella seconda serata di sabato 9: ben 7 le tastiere in scena e 2 le pedane previste per ospitare oltre 40 percussioni. 

 

Domani - domenica 10 luglio al teatro D'Annunzio, ore 21 - sarà invece la serata di chiusura della prima parte del Pescara Jazz,un festival che restituisce spaccati del migliore jazz contemporaneo. 

 

Grande attesa per Carla Bley, compositrice, arrangiatrice e pianista. Una delle principali signore della musica abbandona momentaneamente il lavoro in orchestra. Con lei infatti, Steve Swallow al basso e Andy Sheppard ai sassofoni per una serata inTrios.

 

A seguire, per la prima volta a Pescara, Kurt Elling, voce numero uno del panorama jazz attuale. Il cantante sarà ospite del quartetto diBranford Marsalis, sassofonista originario di New Orleans, fratello del trombettista Wynton Marsalis. Completano la band Joey Calderazzo al pianoforte, Eric Revis al contrabbasso, Justin Faulkner alla batteria. 

 

La stessa formazione è fresca della pubblicazione di Upward Spiral (Okeh Records): "L'idea di questo nuovo album - spiega il leader - era di fare insieme qualcosa di diverso. L'obiettivo principale era anche usare la voce di Kurt come uno strumento". 

 

Biglietti 15, 25 o 30 euro per gradinate, poltrone o poltronissime. L'abbonamento alle tre serate del D'Annunzio varia dai 40 euro, ai 60 ai 70 euro. Per info: 085/6920057. Massimo Ranieri, fuori abbonamento, prezzi a partire dai 46 euro. 5 euro per le serate previste al porto turistico dal 18 al 20 luglio.

 

Abbonamenti e biglietti sono disponibili sui circuiti online di CiaoTickets e TicketOne, e presso gli uffici abituali di via Liguria 6 (STM) o del teatro D'Annunzio (EMP). Gli uffici saranno aperti dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19.30. La sera dello spettacolo anche al botteghino, dalle 20.30. 

Ufficio Stampa Pescara Jazz

Contatti

redazione@notssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK