Pescara, inaugurato il Museo Ottocentesco

Oltre il Sindaco Masci ed il presidente Sospiri presenti anche il Ministro del Turismo Garavaglia ed il critico d'arte Sgarbi

| di la redazione
| Categoria: Cultura
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

“La Regione Abruzzo ha già depositato un disegno di legge per sostenere la crescita ulteriore del Museo dell’Ottocento oggi inaugurato a Pescara, frutto del mecenatismo di Venceslao Di Persio e della moglie Rosanna Pallotta. Insieme supporteremo l’organizzazione dei Grandi Eventi che dovranno caratterizzare la vita di una struttura unica, straordinaria, eccellenza pura che oggi rende Pescara una città europea a tutti gli effetti, permettendoci un salto di qualità di livello assoluto. Lo testimonia la presenza alla giornata del Ministro del Turismo Massimo Garavaglia che,  a sua volta, ha assicurato l’impegno dello Stato per quel Museo che è da oggi patrimonio d’Italia, come pure di un critico d’arte del calibro di Vittorio Sgarbi”.

Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri partecipando oggi alla Conferenza stampa convocata per l’inaugurazione del Museo dell’Ottocento avvenuta a Pescara, in via d’Annunzio, Museo che da domani sarà ufficialmente aperto al pubblico

“Il Museo dell’Ottocento conferma la vocazione tipica dell’Abruzzo e di Pescara in particolare come luogo di cultura, di turismo, di innovazione e di conoscenza – ha sottolineato il Presidente Sospiri –. Oggi per noi, per la Regione, per il Comune, per tutte le Istituzioni, è un giorno di grande festa e proviamo dei sentimenti di gratitudine sincera e commossa nei confronti dei protagonisti della Fondazione Di Persio-Pallotta, Venceslao e la signora Rosanna, che hanno voluto con forza, con tenacia, con convinzione omaggiare l’Abruzzo con una struttura museale unica nel mondo, dove sono custodite opere d’arte dell’800 napoletano e francese che hanno un valore incalcolabile, dipinti frutto di una collezione cresciuta in 35 anni di ricerche, seguendo il filo conduttore dell’800 napoletano e studiando per ciascuno di essi l’esatto allestimento, la cornice più idonea, cercata tra quelle del seicento nelle maggiori aste del mondo, superando anche alcuni pregiudizi di settore.

Oggi sembra quasi manchino solo riso e bomboniere per celebrare il matrimonio tra la città di Pescara e la grande cultura. Ora però, dopo la doverosa gratitudine condivisa con l’amministrazione comunale, deve arrivare anche la doverosa collaborazione delle Istituzioni, non possiamo fermarci, e la Regione Abruzzo è pronta a fare la propria parte: il Museo dell’Ottocento della Fondazione Di Persio-Pallotta deve crescere, deve essere messo nelle condizioni, creando le opportunità, di ospitare grandi eventi, di fare formazione, e a tal fine abbiamo depositato un progetto di legge regionale specifico per assicurare il massimo sostegno al Museo e lo dico a nome del Consiglio Regionale e del Governatore Marsilio”.

la redazione

Contatti

redazione@notssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK