Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Pescara non dimentica: in ricordo dei bombardamenti

Il 31 agosto 1943 la città abruzzese venne bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale

| di Riccardo Camplone
| Categoria: Cultura | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Lunedì 31 agosto la città di Pescara ricorderà i bombardamenti sulla città, avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale. Attraverso un post pubblico su Facebook, il Comune annuncia che la ricorrenza e la commemorazione delle vittime a 77 anni dalla tragedia.

Il 31 agosto 1943 Pescara assisteva impotente alla guerra che entrava in casa, col devastante bombardamento di 44 B-24 Liberator dell'Usaarf.
I pescaresi si trovavano a tavola, per il rito del pranzo in famiglia, molti ragazzi erano rimasti al mare e avevano visto per primi le sagome dei grossi quadrimotori americani. Quel giorno la sirena d'allarme era risuonata in mattinata, ma ormai tutti si erano abituati e nessuno ci faceva più caso. Stavolta, invece, il rombo degli aerei era il preludio a una valanga di fuoco e di esplosioni che porteranno via la vita di almeno duemila civili. In dieci lunghissimi minuti, sganciate da 7.000 metri, piovvero 85 tonnellate di bombe ad alto potenziale. Si cercarono i sopravvissuti scavando a mani nude tra le macerie delle case sventrate e crollate. Il Comune di Pescara ricorda quel giorno di tragedia con una cerimonia istituzionale per commemorare le vittime innocenti di 77 anni fa.

Riccardo Camplone

Contatti

redazione@notssl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK