Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cepagatti: ancora lupi avvistati nella notte

Condividi su:

Durante l’inverno, con le avverse condizioni meteo, animali come caprioli e cinghiali cercano le zone più temperate all’interno dei loro territori abituali in cui cercare cibo, talvolta avvicinandosi ai centri urbani. E i lupi, sulle tracce delle loro prede d’elezione, fanno lo stesso, a volte predando gli ungulati anche in prossimità dei paesi. È quello che sta succedendo anche nel territorio di Cepagatti, dove proprio questa notte, in zona via Tre Croci e Contrada Ventignano, è stato avvistato un branco di tre lupi che passeggiava tranquillamente lungo il ciglio della strada. Alcuni residenti, allarmati dall'abbaiare dei cani di quartiere, si sono riversati fuori dalle proprie abitazioni, notando quanto stava succedendo e chi aveva il cellulare a portata di mano, è riuscito ad immortalare il momento.

I lupi sono una specie opportunista, per cui in determinate situazioni possono predare anche animali domestici, come gatti o cani di piccola-media taglia. Per la sicurezza dei nostri amici a quattro zampe, è quindi importante assicurarsi che durante la notte siano ospitati in luoghi adatti (al chiuso, o in aree adeguatamente recintate).

Si ricorda di un recente episodio avvenuto ai danni di un azienda agricola di Cepagatti, che si trova proprio nella zona dove sono stati immortalati questa notte i lupi e come certificato all'epoca dei fatti dalle immagini riprese da una fototrappola posizionata per il controllo del gregge, erano state sbranate una quindicina di pecore in pieno giorno, che si trovavano nel recinto dell'agriturismo nei pressi di alcune abitazioni.

Oppure settimana scorsa, dove un 60enne di Cepagatti è stato denunciato per la violazione delle norme sulla fauna selvatica e in particolare sulla tutela delle specie protette. L'uomo, infatti, era stato identificato dai carabinieri di Cepagatti assieme ai carabinieri forestali della tenenza di Torre de Passeri, in quanto responsabile del ferimento di un lupo in zona Villareia.

Ribadiamo e sottolineamo il concetto che il lupo non attacca l’uomo neanche se ha fame, non rientriamo nell’ordine delle sue prede, mentre potrebbe essere un problema per i nostri cani, sopratutto se di media o piccola taglia, se lasciati liberi.

Anche il fatto che il lupo sia visto come un assassino sanguinario e che uccida solo per il gusto di farlo è solo frutto della nostra fervida immaginazione. Quando si sente parlare di strage di ovini e caprini avviene perché il lupo entra nei recinti del bestiame e si trova in mezzo alla baraonda e morde stimolato anche dalle prede in continuo movimento.

Questo ovviamente se si tratta di un lupo e non di un ibrido tra cane e lupo. In quel caso l’animale perderà la sua naturale riservatezza, ma si comporterà come un cane. Gli ibridi tra questi due animali sono un problema creato dall’uomo con i cani che sono stati abbandonati o persi nei boschi.Questo è pericoloso anche per il lupo stesso, perché il cane potrebbe passare determinate patologie al lupo.

Nella caso in cui si dovesse incontrare un lupo, evitare di mettersi a correre, nel caso il lupo tentasse un approccio non girarsi per sfuggire al lupo, ma continuare a mantenerlo di fronte prendendo lentamente distanza:

– se un lupo dovesse attaccare, rannicchiarsi a terra e difendersi con qualunque cosa a disposizione (rocce, bastoni o altro);

– utilizzare strumenti che producono rumore;

– se necessario arrampicarsi su un albero, i lupi non sono in grado di farlo;

– nelle aree frequentate dal lupo non lasciare i cani incustoditi liberi di vagare;

– se si cucina cibo all’esterno provvedere a pulire con cura l’area.

In ogni caso, qualora ci fossero avvistamenti e/o attacchi ad animali, si prega di fare segnalazioni agli organi competenti.

Condividi su:

Seguici su Facebook