Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Studente pescarese reduce da Wuhan: "100 giorni di quarantena, ma ce la faremo"

Le parole di Lorenzo Di Berardino, rientrato a febbraio dalla località cinese nota nel mondo per l'emergenza Coronavirus

Condividi su:

"Per me è il 100° giorno in quarantena, partendo da Wuhan, poi a Roma e finalmente nella mia città natale, a casa, con i miei genitori, il mio cane e tutti i vicini. È stato un giro 'incredibile' e spero che cambierà presto".

Lo scrive sul proprio profilo Facebook Lorenzo Di Berardino, lo studente abruzzese di Pescara rientrato a febbraio da Wuhan, località cinese ormai famosa nel mondo per essere stata la prima a vivere l'emergenza Coronavirus, dopo una lunga attesa.

"Mai in tutta la mia (relativamente breve) vita mi sarei mai aspettato di trovarmi bloccato nel bel mezzo di una delle epidemie più grandi e pericolose di tutta la storia umana, ma è successo e bisogna imparare ad adattarsi alla situazione che è Vivere - scrive -. Wuhan è stato un posto fantastico per me, un luogo di arricchimento morale e crescita personale, e sarò sempre molto grato a chi ha preso parte al processo.

Ora è il momento di continuare a lottare finché ci vuole per fermare questo momento critico che l'intero genere umano sta attraversando.

Tenetevi forte tutti, presto finirà, ci rimedieremo a tutti quelli che non ce l'hanno fatta".

Fonte Ansa e foto profilo Fb Lorenzo Di Berardino

Condividi su:

Seguici su Facebook