Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La panchina rossa: monito contro la violenza verso le donne

Condividi su:

Le associazioni "VAL PESCARA - Protezione Civile", "PSICOLOGI per i POPOLI - Abruzzo", "KAIROS" e "STATI GENERALI delle DONNE" sabato 7 settembre, alle ore 11,00  presso il parco "Villa Sabucchi" in viale Bovio, inaugurano la "panchina rossa"  in memoria di Anna Carlini, la giovane pescarese di 33 anni, affetta da problemi psichici, stuprata e uccisa nel tunnel dei disperati, nei pressi della stazione ferroviaria, la notte a cavallo tra il 29 e il 30 agosto del 2017, simbolo del posto occupato da una donna vittima di femminicidio, monito contro la violenza verso le donne, in favore di una cultura di parità.

Le Panchine Rosse, presenti in varie città d'Italia,  sono promosse dagli Stati Generali delle donne, dicono NO alla violenza contro le donne, sono una accusa e, nello stesso tempo, una speranza.

Quotidianamente si leggono e sentono notizie riguardanti atti di violenza sulle donne, attuati da individui di ogni categoria sociale e religioso, in ogni città e paese del mondo. Le panchine rosse sono un invito a rendere migliori noi e il nostro ambiente, perché solo rispettandoci l'un l'altro saremo capaci di rispettare la nostra città, la nostra natura, il nostro pianeta.

Le Panchine Rosse vogliono esortare ad un confronto ed ad una riflessione sulla violenza e sulle trasformazioni culturali necessarie per sconfiggerla.

La Panchina Rossa a Villa Sabucchi, come quella installata nel parco Calipari, vuole indurre i cittadini a fermarsi ed a non dimenticare. La panchina cambia il paesaggio a cui siamo abituati e ci induce a Riflettere.

"Un mondo differente non può essere costruito da persone indifferenti"; è proprio questo che vogliono essere le panchine rosse: un rimedio all'indifferenza, una spinta a cambiare le cose.

Condividi su:

Seguici su Facebook