Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A Pescara dirigenti e funzionari comunali sostituiscono gli impiegati al front office

Condividi su:

“Il personale addetto al pubblico è collettivamente assente per ferie, malattia o perché trasferito e il Dirigente, con la sua segretaria, e il Funzionario del Suap si mettono personalmente dietro la scrivania per fare gli ‘impiegati comunali addetti al front office’ e scongiurare la chiusura al pubblico dello Sportello.

Succede al Comune di Pescara, dove spicca il responsabile comportamento del Dirigente Gaetano Silverii e del funzionario Lanfranco Chiavaroli, ai quali chiederemo di assegnare un encomio.

Peccato che l’episodio sia il sintomo di un problema enorme e grave che investe la gestione del personale a Palazzo di città, un problema su cui il sindaco Alessandrini, probabilmente mosso da una regia esterna, starebbe operando per proporre un vergognoso valzer di dirigenti, necessario, sembrerebbe, per avvicinare ai posti di comando soggetti  utili, e spostare quei dirigenti, come lo stesso Silverii, caduti in disgrazia, magari per la vicenda di PescaraPorto, destinatario di ben due procedimenti disciplinari, il primo dei quali talmente infondato da essere stato già archiviato. Ovviamente approfondiremo quanto sta accadendo in questi giorni e valuteremo le iniziative da assumere”.

Lo ha detto il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli riferendo quanto avvenuto ieri, nel giorno del rientro pomeridiano del personale in Comune.

“I fatti sono fin troppo semplici – ha detto il Capogruppo Antonelli -: in sostanza il martedì lo Sportello del Suap comunale, Sportello Unico per le Attività Produttive, effettua l’apertura al pubblico di pomeriggio. Ma ieri c’è stata una straordinaria carenza degli addetti al front office, chi assente per ferie, chi per malattia, chi perché trasferito. E allora, per evitare la chiusura dello Sportello, sono scesi in campo addirittura il Dirigente del Suap, l’ingegner Gaetano Silverii, con la sua segretaria, e il Funzionario Lanfranco Chiavaroli che, relegati al ruolo di impiegati allo sportello, hanno assicurato il servizio di ricevimento al pubblico. Comportamento ineccepibile da parte loro e per il quale chiederemo al sindaco Alessandrini l’assegnazione di un encomio. Ma in realtà quanto accaduto ieri è solo la punta dell’iceberg di un problema forte che esiste nella gestione del personale comunale di cui, stranamente, il sindaco Alessandrini non intende occuparsi, tanto da non averlo neanche previsto all’ordine del giorno del conclave all’Aurum convocato proprio con assessori, consiglieri di maggioranza e tecnici comunali per il 23 e 24 settembre prossimi. E una tale posizione è assurda, visto che il sindaco è ben consapevole che ci sono uffici completamente sguarniti, come il Suap, è assurdo ma a questo punto fa sorgere sospetti su quelle grandi manovre di palazzo tese all’assunzione dei dirigenti. Desta sospetti che i problemi di assenza di personale investano in maniera tanto clamorosa proprio il Settore il cui dirigente è stato oggetto di due procedimenti disciplinari, il primo già archiviato e il secondo ancora in corso. Desta sospetti che quei problemi riguardino quel dirigente chiaramente caduto in disgrazia agli occhi dell’amministrazione Alessandrini dopo la vicenda di Pescara Porto, ovvero, guarda caso, il dirigente che non ha voluto firmare e avallare il cambio di destinazione d’uso delle aree. Ed è lo stesso dirigente che il sindaco Alessandrini e la sua maggioranza politica, interna ed esterna al Palazzo comunale, stanno cercando in ogni modo di spostare, attingendo a nuovo personale dirigenziale attraverso la graduatoria di Dirigente tecnico che andrà a scadere a fine anno, recuperando l’ingegner Paolo D’Incecco proveniente dalla Provincia, e anche, pescando in fondo alla graduatoria, arriverebbe il sesto e ultimo, l’ingegner Giuliano Rossi, già dipendente comunale e dirigente di fiducia del sindaco Alessandrini e della sua maggioranza. A questo punto, secondo i rumors sempre più insistenti, il Dirigente Silverii sarebbe trasferito nel Settore Affari Generali, divenendo Dirigente amministrativo dopo oltre dieci anni da Dirigente Tecnico, in maniera tale da liberare il posto anche per Rossi. Sembrerebbe questa la regia che si cela dietro i disservizi, gravi, registrati nelle ultime ore, e dietro gli obiettivi da cogliere per cui si continuano a spendere soldi per ulteriori dirigenti ignorando che ci sono Uffici talmente privi di personale da non essere più in grado di assicurare l’erogazione dei servizi ai cittadini. Sicuramente – ha aggiunto il Capogruppo Antonelli – se le nostre previsioni o i nostri ‘azzardi’ dovessero rivelarsi veri entro un paio di mesi, tale circostanza sarebbe grave e meritevole di ben altre valutazioni. Ovviamente chiederemo di approfondire le carte e gli ultimi accadimenti nelle Commissioni Personale e Vigilanza, quindi faremo le nostre valutazioni più opportune”.

Condividi su:

Seguici su Facebook