Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Botti di capodanno: facciamo chiarezza sulla situazione

la redazione
Condividi su:

Vista la polemica scoppiata sul caso "botti di capodanno" e sui tanti commenti e domande che abbiamo ricevuto in privato e sulla nostra pagina facebook, facciamo chiarezza sulla situazione.

La ricostruzione dei fatti

Il giorno 15 dicembre 2015 il dirigente del Settore Attività Produttive, Gaetano Silverii, ha emesso una determina dirigenziale con la quale rilascia 29 autorizzazioni temporanee, ad altrettanti ambulanti, per posizionare bancarelle per "l'esercizio del commercio su aree pubbliche di prodotti pirotecnici declassificati o di libera vendita in occasione del Capodanno 2016".

Il giorno 19 dicembre 2015, il sindaco Marco Alessandrini firma l'ormai consueta ordinanza che vieta l'uso di petardi, mortaretti ed altro genere di fuochi pirotecnici sui luoghi pubblici e nei luoghi privati dai quali i botti possano raggiungere aree e spazi pubblici. L'ordinanza è valida fino al giorno 7 gennaio 2016. (leggi qui l'ordinanza).

Oggi Armando Foschi, dell'Associazione "Pescara - Mi piace", invia un comunicato nel quale definisce una beffa l'ordinanza del giorno 19. (leggi qui il comunicato).

Successivamente è arrivata anche la risposta dell'assessore ai Grandi Eventi Giacomo Cuzzi (leggi qui la risposta).

In conclusione, il sindaco non può vietare la vendita dei fuochi pirotecnici legali e di libera vendita ma può vietare il loro utilizzo nei luoghi pubblici o di pubblico uso.

Si raccomanda ovviamente, al fine di evitare problemi e incidenti, la massima attenzione nell'utilizzo di botti in luoghi privati.

Specifichiamo, come da ulteriore richiesta pervenutaci, che nella determina del 15 dicembre (clicca qui per scaricare il formato PDF) è permessa la vendita:

dei soli prodotti pirotecnici appartenenti alla V categoria - gruppo "D" per un quantitativo massimo di 25 Kg netti e gruppo "E" per un quantitativo massimo di Kg. 10 netti (art. 98 reg. T.U.L.P.S.);

Condividi su:

Seguici su Facebook