Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Musica e(è) arte nel concerto di fine anno del Festival "Vaghezze dell'AERE"

Condividi su:

Si è concluso il 27 dicembre il 10° Festival Internazionale di Musica Antica "Vaghezza dell'AERE", con il concerto di fine anno tenutosi nella sala Flaiano dell’Aurum. A conclusione dei precedenti appuntamenti, l’Ensamble Accademia degli Orfei si è esibita dalle ore 20 in uno spettacolo fuori dal comune, chiusura di un evento altrettanto particolare.

Hanno presentato un mix vincente, spaziando molto ed unendo musica popolare delle Ande, danze popolari inglesi, componimenti del cantautorato brasiliano e cubano e molto altro. Al primo violino Cristina Palucci, al secondo Dana Stancu, alla viola Mauro Navarri, al violoncello Federico Orlando e alle percussioni Walter Cartatelli. L’ Ensamble, fondata nel 2001 da Cristina Palucci, è composta da musicisti professionisti che provengono da esperienze musicali diverse e che hanno competenze specifiche nella prassi esecutiva barocca e classica.

Nel concerto di ieri la loro musica è stata accompagnata da immagini di opere d’arte proiettate sullo schermo e presentate dal Prof. Giovanbattista Benedicenti, insegnante di storia dell’arte al liceo Classico “D’Annunzio” di Pescara ed autore di pubblicazioni sull’arte moderna e contemporanea.

Simbolo di rinascita, espressione di una evoluzione artistica, il Festival giunto ormai alla X edizione, patrocinato dalla Provincia di Pescara, ha avuto come Protagonista indiscussa della serata l’armonia tra due arti sorelle, legate dal l’obiettivo comune di far rivivere grandi compositori e grandi momenti del passato, attraverso una sinergia trionfante di musica e arte che il pubblico non ha potuto non apprezzare.

Foto Michele Raho

Condividi su:

Seguici su Facebook